Tutto quello che c’è da sapere sulle Politiche Attive del Lavoro

2 Lug Tutto quello che c’è da sapere sulle Politiche Attive del Lavoro

Pubblicato alle 13:28 in Aziende, Candidati da Etjca

Le Politiche Attive del Lavoro sono tutte le iniziative intraprese dalle Istituzioni nazionali e locali per promuovere l’occupazione e l’inserimento lavorativo. I programmi di politica attiva del lavoro prevedono un coinvolgimento diretto delle persone che vi aderiscono: un team di esperti accompagna i beneficiari in percorsi personalizzati di orientamento e formazione, quali attività propedeutiche ad una ricerca del lavoro maggiormente consapevole ed efficace.

Le Politiche Passive del Lavoro, invece, non prevedono alcun impegno da parte dei destinatari ma si configurano come la totalità delle azioni pubbliche indirizzate a sostenere il reddito di chi si trova in difficoltà occupazionale o di coloro che si trovano involontariamente senza occupazione (es: cassa integrazione, NASPI, etc…).

Per poter usufruire delle Politiche Attive del Lavoro è necessario ottenere l’accreditamento ai Servizi al Lavoro da parte del Ministero del Lavoro e/o Regioni. In quanto operatore accreditato in diverse regioni italiane, ETJCA mette in atto diversi progetti di Politiche Attive del Lavoro.

Questo ci permette di offrire a tutti i Candidati iscritti e alle Aziende clienti l’opportunità di usufruire di tutti i vantaggi dei programmi attivi.

Il mercato del lavoro dopo un anno e mezzo di pandemia

Sicuramente l’ultimo anno e mezzo è risultato una grande sfida per il mercato del lavoro, non solo italiano. Il 2020 ha infatti raffigurato, per un’elevata percentuale di paesi del mondo, un anno di forte contrazione economica, come conseguenza alla pandemia Covid-19.

Per fortuna gli ultimi dati ci permettono di sperare in una ripresa, certamente lenta, ma sicuramente positiva. In questo contesto le Politiche Attive del Lavoro rappresentano un’opportunità non solo per quei lavoratori maggiormente colpiti dalla crisi ma anche per le aziende che si avviano alla ripartenza

Cosa sono nello specifico le Politiche Attive del Lavoro?

Possiamo definire le Politiche Attive del Lavoro come tutte quelle azioni che vengono messe in campo per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro di soggetti disoccupati o a rischio disoccupazione. Le misure sono molteplici e si differenziano tra quelle di carattere nazionale e quelle di carattere regionale.

ETJCA è un operatore accreditato ai servizi al lavoro in molte regioni italiane. In virtù di tale aspetto abbiamo la possibilità di attuare progetti di Politiche Attive del Lavoro e contribuire fattivamente nella lotta contro la disoccupazione

Essere un operatore accreditato

Tramite il sistema di accreditamento, le Regioni identificano operatori pubblici e privati e li autorizzano ad attuare i progetti di Politiche Attive a finanziamento pubblico. Ciascuna Regione disciplina il proprio sistema di accreditamento ed attua progetti di politiche attive che tengono conto delle specificità del territorio di riferimento.

L’obiettivo principale di ogni misura di Politica Attiva del Lavoro è supportare chi vi aderisce in un percorso di reinserimento lavorativo personalizzato, mettendo a disposizione il know how di operatori qualificati in metodologie dell’orientamento ed esperti del mercato del lavoro.

Politiche Attive del Lavoro: chi può beneficiarne?

I soggetti che rientrano fra i destinatari delle Politiche Attive del lavoro sono molteplici. Questi possono variare a seconda del documento di programmazione in corso, nonché da regione a regione. Ecco alcuni dei soggetti beneficiari:

  • giovani under 30 per i quali è stato destinato il progetto Garanzia Giovani,
  • disoccupati non percettori di ammortizzatori sociali
  • disoccupati percettori di Naspi
  • disoccupati over 50
  • lavoratori CIGS, cioè soggetti coinvolti da procedure di cassa integrazione guadagni straordinaria
  • categorie svantaggiate e ultra-svantaggiate.

Uno sguardo su Garanzia Giovani

Tra le Politiche Attive del Lavoro, la più nota e probabilmente la più utilizzata, è Garanzia Giovani. Il programma nasce a livello europeo nel 2014 e viene recepita in Italia l’anno successivo. Si tratta di uno strumento a disposizione di tutti i giovani NEET (acronimo di “Not Engaged in Education, Employment or Training”) ovvero ragazzi dai 15 ai 29 anni che non studiano, non lavorano e non sono inseriti in nessun percorso di formazione.

Il piano prevede una serie di misure, a livello nazionale e territoriale, volte a facilitare la presa in carico dei giovani tra 15 e 29 anni per offrire loro opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro anche mediante lo strumento del tirocinio extra-curriculare

Le altre Politiche attive del Lavoro

Sul nostro sito sono illustrate le principali iniziative intraprese dalle Regioni e che si rivolgono alla platea di beneficiari con età superiore ai 29 anni.

Inoltre, tralasciando il finanziamento pubblico, ETJCA attiva periodicamente iniziative di Politiche Attive del Lavoro tramite le risorse del fondo bilaterale Forma.Temp.

Particolarmente interessante è Diritto Mirato: una misura Forma. Temp. volta a favorire il reinserimento nel mercato del lavoro di candidati che hanno maturato una anzianità di servizio in somministrazione di almeno 110 giorni lavorativi. Il percorso finanzia attività di orientamento, bilancio delle competenze e riqualificazione professionale, attività che per il candidato sono totalmente gratuite.

Si tratta di un’ottima opportunità volta in un’ottica di “Life-long Learning”: un percorso personalizzato che mira all’incremento delle soft skills o hard skills.

I vantaggi per le aziende

Sicuramente l’azienda che sottopone a colloquio un beneficiario del programma di Politiche Attive del Lavoro è facilitata nell’iter di selezione in quanto la persona, avendo usufruito di attività di orientamento, sarà più efficace, non solo nella propria presentazione e delle proprie esperienze professionali, ma anche nel definire le proprie soft skills e potenzialità.

Inoltre, alcuni programmi di Politiche Attive del Lavoro mettono a disposizione una serie di incentivi all’occupazione destinati alle imprese che assumono i beneficiari dei percorsi. Un’ iniziativa interessante è quella promossa da Regione Lombardia che mette a disposizione incentivi a fondo perduto per le aziende che assumono i destinatari del percorso Dote Unica Lavoro Fase IV.

 

SE STAI CERCANDO LAVORO INVIACI LA TUA CANDIDATURA E CONSULTA LE NOSTRE OFFERTE.

SE SEI UN’AZIENDA CONTATTACI PER L’INSERIMENTO DI NUOVE RISORSE NEL TUO TEAM.