Come fare un curriculum: 10 preziosissime regole

14 Feb Come fare un curriculum: 10 preziosissime regole

Pubblicato alle 11:13 in Candidati da Etjca

Cercare lavoro è un’attività che, prima o poi, tutti si trovano a fare! Il primo passo per partire con l’approccio giusto è caricarsi di entusiasmo, energia e positività. Il secondo, è preparare il Curriculum Vitae.

A volte ci si trova a prepararlo appena diplomati o laureati, a volte mentre ancora si studia per trovare qualche lavoretto occasionale, a volte solo dopo parecchi anni di lavoro, ma in tutti i casi, ci sono 10 regole da non dimenticare mai!

Come realizzare il tuo curriculum vitae

1.      Sii chiaro e ordinato

Presenta le informazioni in modo che possano essere consultate con rapidità e immediatezza. Struttura il curriculum in sezioni, ad esempio: contatti, formazione, esperienze lavorative, competenze. Specifica il nome delle scuole che hai frequentato e delle aziende presso cui hai lavorato e ricordati di inserire la città, il Paese ed il periodo. Nel tuo curriculum utilizza titoli, grassetti ed elenchi puntati per facilitare la lettura dei contenuti: non è un romanzo, ma un riepilogo delle tue esperienze!

2.      Non dilungarti

Tieni presente che spesso un head hunter o un responsabile risorse umane visualizza decine e decine di curricula. Cerca di essere il più conciso e diretto possibile: generalmente due pagine sono più che sufficienti per fornire tutte le informazioni necessarie. Fai in modo che i dati più importanti risaltino fin da subito.

3.      Tieni a mente le tue competenze

A volte tendiamo a dare per scontate alcune abilità, ma il curriculum vitae è il supporto adatto in cui evidenziarle. Hai già esperienza o stai lavorando ma sei in cerca di nuove opportunità? Ripercorri la tua settimana tipo al lavoro e fai un elenco di tutte le attività che svolgi. Parti da quell’elenco per essere certo di non tralasciare le tue mansioni e le abilità che hai sviluppato, poi raggruppa e organizza per tipologia di mansione.

Un trucchetto? Puoi prendere spunto dalle competenze richieste negli annunci di lavoro che descrivono professioni analoghe alla tua, così saprai come esprimere ciò che sai fare nel migliore dei modi.

4.      Metti in risalto le tue qualità

Lavori bene in team? Sei puntuale, preciso e ordinato? Porti a termine i compiti assegnati rispettando le scadenze? Ti adatti bene alle situazioni? Riesci rapidamente a trovare soluzioni ai problemi?

Fai in modo che le qualità che ti contraddistinguono in campo professionale siano a disposizione di chi consulta il tuo curriculum vitae.

5.      Sii sincero

Mentire nel proprio CV per impressionare i recruiter non è una buona idea! È giusto valorizzare le tue competenze ed esperienze, ma ricorda che dici di saper fare una cosa, probabilmente ti verrà chiesto di farla.

Come far sì che il tuo CV non passi inosservato

Secondo una ricerca di alcune tra le più grandi piattaforme per la ricerca di lavoro online, i recruiter passano generalmente una media di sei secondi a guardare un curriculum vitae, prima di formulare la loro idea iniziale in merito ai candidati. Si tratta di pochissimo tempo.

Questo significa che bisogna essere strategici sia nella selezione delle informazioni da inserire, sia nelle modalità di presentazione. Ecco qualche trucchetto:

1.      Adatta i contenuti al ruolo

Specialmente se hai svolto diverse mansioni o coperto diversi ruoli, è molto utile aggiustare il curriculum caso per caso, a seconda del profilo per cui ti stai candidando. Aggiorna man mano la sezione dedicata alle tue competenze nelle tue esperienze precedenti dando più spazio a quelle richieste dall’azienda a cui stai scrivendo. In questo modo, dimostrerai di essere perfetto per quel ruolo e avrai occasione in sede di colloquio di approfondire eventuali aspetti secondari.

2.      Fornisci recapiti precisi

Hai più di un numero di telefono o più di una mail? Non sei il solo, ma non è compito del recruiter decidere dove contattarti. Fornisci un recapito telefonico e un indirizzo email che tieni costantemente monitorati. Volendo, puoi anche inserire il link al tuo profilo LinkedIn – ma in tal caso ricordati di aggiornarlo!

3.      Fornisci un riepilogo del tuo profilo

Inizia il tuo CV con un breve testo (3/4 righe) per descrivere il tuo profilo professionale in modo chiaro e conciso.

4.      Attenzione all’ordine cronologico!

Presenta le esperienze lavorative dalla più alla meno recente, in modo che il recruiter possa capire fin da subito cos’hai fatto negli ultimi anni.

5.      Descrivi le aziende per cui hai lavorato

Senza dilungarti, spendi qualche parola per descrivere le aziende in cui hai lavorato in modo che chi legge il tuo curriculum sappia in quali settori hai esperienza.

Foto sì o foto no? La fotografia non è un elemento indispensabile del CV, ma (soprattutto in alcuni settori) può essere di grande aiuto. Ricorda di inserire una bella fotografia (né mossa né sfocata): che ti ritragga con abbigliamento adeguato, in un contesto formale o neutro, con un atteggiamento posato.

In generale meglio una fotografia con accessori discreti e una pettinatura ordinata, per trasmettere professionalità e sobrietà.

Non hai mai lavorato prima?

Ricordati di inserire tutte le tue esperienze o eventuali riconoscimenti in ambito scolastico/universitario (premi, borse di studio, corsi aggiuntivi, partecipazione a ricerche, ecc.). Dedica anche una sezione del tuo CV alle esperienze extra scolastiche: attività di volontariato, ripetizioni, iscrizione ad associazioni, ecc. dimostrano il tuo impegno e la tua buona volontà… non dimenticarli!

 

Il tuo CV è pronto? Cerca ADESSO il tuo prossimo lavoro!